Sunday, May 27, 2018

Cesare Basile si racconta: Il muro era caduto da poco

L'appuntamento con il video della domenica questa settimana non è dedicato ad un concerto, ma ad un bel documentario, su un artista che amiamo in modo particolare.

Parliamo del grande Cesare Basile che, come annunciato, in questi giorni è impegnato in un tour con I Caminanti che avrà il suo culmine il prossimo weekend al Primavera Sound Festival di Barcelona.
Il giovane regista palermitano Giuseppe Lanno lo ha incontrato nel corso dell'ultimo anno, fra Catania e Bologna, per realizzare Il muro era caduto da poco, un documentario che racconta la storia di quello che per noi (e non solo) è senza dubbio uno dei più grandi cantautori italiani. Una lunga storia di musica, partita appunto dalla Berlino appena riunificata, e continuata lungo un percorso molto ricco ed assolutamente libero; ma anche la storia personale e la filosofia di vita di un uomo coerente e sincero, fra anarchismo e "discipline".

Una seconda parte del documentario sarà girata proprio al Primavera Sound, nell'attesa quest'oggi vi proponiamo la prima, da guardare ed ascoltare con particolare attenzione: enjoy!!




Saturday, May 26, 2018

Punkreas, nuovo singolo e video: Inequilibrio

Questa mattina torniamo a parlare di un EP che vi abbiamo presentato a fine marzo in trasmissione (qui il podcast).

Si tratta del nuovo lavoro di una storica band del punk italiano, amata dal sottoscritto fin dal nome, Punkreas. Nati nel 1989, hanno esordito l'anno seguente con un demo, cui sono seguiti ad oggi ben 10 album in studio ed un live. Il tutto con un'invidiabile stabilità nella formazione, che in questi tre decenni ha visto solo tre cambi.
Dopo il loro ultimo album, Il lato ruvido, uscito quasi due anni fa, come spiegano loro stessi "per ricordarci chi siamo, chi eravamo e chi vogliamo essere, abbiamo deciso di fermarci, abbiamo fatto un bel respiro e abbiamo intrapreso un nuovo lungo viaggio".

Questo viaggio li ha portati a pubblicare il 23 marzo con Garrincha Dischi in collaborazione con Canapa Dischi un EP intitolato Inequilibrio, che sarà seguito da un secondo, sempre nel corso dell'anno.
Oggi vi vogliamo presentare il nuovo singolo, title-track dell'EP, che la band presenta così: "Quanti di noi hanno provato un senso di disorientamento, specie in quest'epoca di equilibri e destini precari? Quanti di noi hanno allora provato a rifugiarsi nella presunta normalità del "così fan tutti" per poi scoprire che la normalità semplicemente non esiste o che comunque non funziona? E allora forse meglio restarsene 'nudi che invece rischiare di sembrare te'."
Il video, per la regia di Paolo Santamaria, è stato girato in occasione della prima data del tour, il 22 marzo all'Alcatraz di Milano: enjoy!!



In onda fra poco, tornano i Radioracconti!!

È arrivato il weekend, pronti come ogni sabato a seguirci su nuovi Sentieri Sonori?

Appuntamento speciale, questa settimana, quello con lo spazio mensile che ha debuttato a fine 2015, segnando il grande ritorno di Raf, che ha creato e condotto Sentieri Sonori per 12 anni, fino al 2010, quando si è (ri)trasferito per cinque anni nella sua Roma. Tornato a Lussemburgo, ha pensato ad un nuovo progetto da inserire nella grande "casa" della nostra trasmissione, coinvolgendo l'amico Jacopo: ecco nati i Radioracconti di Sentieri Sonori, che vanno in onda una volta al mese, riunendo canzoni, racconti ed ospiti intorno ad un tema.



Curiosi di sapere quale sarà il tema di questa puntata?
Per scoprirlo, la raccomandazione è la solita: READY TO TUNE IN?!!
11.30/13, su Radio ARA, 102.9 & 105.2 in FM a Lussemburgo, live streaming a questo link, podcast a seguire qui.

Friday, May 25, 2018

Carl Brave, primo singolo e video dal suo esordio da solista: Fotografia (feat. Francesca Michielin & Fabri Fibra)

Ci lanciamo verso il weekend proponendovi uno dei singoli che ci sono entrati maggiormente in testa nelle ultime settimane, estratto da un disco di cui ci occuperemo sicuramente anche in trasmissione.

Parliamo di un artista che per noi (e non solo) è stato fra le sorprese dell'anno scorso, finendo nelle Sentieri Sonori Picks 2017 con Polaroid, l'album realizzato in duo con Franco 126. Un grande successo, certificato dal disco d’oro e scelto come disco dell’anno del 2017 da Rolling Stone, cui Carl Brave dà ora un seguito con Notti Brave, il suo primo progetto da solista pubblicato lo scorso 11 maggio e balzato immediatamente al primo posto delle classifiche di vendite. Un titolo che è già una dichiarazione di intenti, che gioca con il nome dello stesso produttore e songwriter e che vive di quelle atmosfere essenziali, fatte di dettagli e quotdiano in cui è facile identificarsi, perdersi e ritrovarsi. Nelle sue parole: "Notti Brave è un disco che raccoglie tutta l’esperienza di vita e musicale che ho acquisito finora. Il disco spazia tra mood diversi tra loro, sperimentando melodie varie, ma stilisticamente sempre omogenee. Dal punto di vista della produzione mi stimolava l’idea di far entrare nel mio mondo gli artisti che stimo e che da sempre ascolto, esplorando e confrontandomi assieme a loro. Io amo e vivo la notte, di notte il mondo cambia, le persone si lasciano andare, si trasformano, e anche i rapporti personali cambiano, sei più consapevole di te stesso. La notte è bipolare: galleggia tra caos e calma piatta, puoi perderti oppure ritrovarti."

Un disco estremamente godibile e molto vario nell'ambientazione sonora, che conferma le grandi capacità liriche dell'artista romano, moderno cantastorie costantemente in bilico fra poesia e leggerezza. Quindici tracce che vanno dal pop, alla musica indie, al rap, come ben testimoniato dalla lunga lista di collaboratori: Fabri Fibra, Francesca Michielin, Coez, Franco126, Emis Killa, Federica Abbate, Gemitaiz, Giorgio Poi, Pretty Solero, Frah Quintale, Ugo Borghetti e B.
Come dicevamo, ne riparleremo sicuramente nelle prossime settimane in trasmissione, ma vogliamo già iniziare a presentarvi questo splendido primo singolo, Fotografia (feat. Francesca Michielin e Fabri Fibra), ed il divertente video che lo accompagna, chiaramente ispirato ad un celeberrimo cartone: enjoy!!




Armaud, nuovo singolo e video: Monolocale

Questa mattina torniamo ad occuparci di quello che per noi è stato uno degli esordi più interessanti del 2015.. sarà anche che un progetto nato fra Roma ed Amsterdam non poteva non incuriosire un romano (di adozione) ormai trapiantato all'altro estremo del Benelux?

Parliamo di Armaud, che tre anni fa ha pubblicato il primo album, How to erase a plot, per Lady Sometimes Records. Un disco terribilmente affascinante, sospeso, etereo, che a voler attaccare etichette (esercizio che odio ma talvolta inevitabile) potremmo dire stia fra dream-pop, trip-hop, folk à la Bon Iver.. ma che soprattutto finisce per creare un mondo tutto suo. Dieci splendidi brani che ho ascoltato a ripetizione, arrangiati con gran gusto, su cui spicca la bella voce di Paola Fecarotta. Trombettista, cantante e chitarrista, ha frequentato la Saint Louis School di Roma, per poi trasferirsi nel 2009 in Olanda per studiare jazz al Conservatorium di Amsterdam. A dicembre 2013 ha preso forma questo suo progetto chitarra & voce, con l’utilizzo di delay, loop, riverberi ed armonici che creano un’atmosfera rarefatta, vibrante: dopo aver macinato parecchi km in giro per locali e club europei (Olanda, Belgio, Francia, Germania, Lituania e Italia) è arrivata all'esordio, che vi abbiamo presentato con un'intervista (qui il podcast), ed anche incluso nelle Sentieri Sonori Picks 2015.

Dopo tanta attesa, qualche settimana è stato finalmente pubblicato un nuovo singolo, che ha segnato un importante cambiamento nel progetto: si trattava infatti di un brano in italiano, La stradacome del resto tutto il prossimo disco.
Anche i sentieri sonori percorsi sembrano diversi, ed è il caso anche della seconda anticipazione, appena pubblicata ed intitolata Monolocale, di cui oggi vi presentiamo il video, per la regia di Silvia Di Gregorio: enjoy!!



Thursday, May 24, 2018

In onda sabato mattina, tornano i Radioracconti!!

La settimana sta come sempre volando via, si avvicina il weekend, e con esso il vostro appuntamento con Sentieri Sonori!!

Appuntamento speciale, questa settimana, quello con lo spazio mensile che ha debuttato a fine 2015, segnando il grande ritorno di Raf, che ha creato e condotto Sentieri Sonori per 12 anni, fino al 2010, quando si è (ri)trasferito per cinque anni nella sua Roma. Tornato a Lussemburgo, ha pensato ad un nuovo progetto da inserire nella grande "casa" della nostra trasmissione, coinvolgendo l'amico Jacopo: ecco nati i Radioracconti di Sentieri Sonori, che vanno in onda una volta al mese, riunendo canzoni, racconti ed ospiti intorno ad un tema.



Curiosi di sapere quale sarà il tema di questa puntata?
Per scoprirlo, la raccomandazione è la solita: READY TO TUNE IN?!!
Sabato 26 maggio, 11.30/13, su Radio ARA, 102.9 & 105.2 in FM a Lussemburgo, live streaming a questo link, podcast a seguire qui.

Fabrizio Tavernelli, nuovo singolo e video: Figlia di Guerra

Questa mattina torniamo a parlare di un musicista che seguiamo e stimiamo da più di vent'anni, fin da quando era alla testa prima degli En Manque d'Autre e poi degli AFA (Acid Folk Alleanza), band di culto di quell'epoca ricchissima per la musica indipendente italiana che sono stati gli anni '90.

A seguire, Fabrizio Tavernelli si è dedicato ad un gran numero di altri progetti e ad una carriera solista di grande qualità, iniziata nel 2010 con Oggetti del desiderio e proseguita tre anni dopo con Volare basso, che avevamo inserito nelle Sentieri Sonori Picks 2013, come il successivo Fantacoscienza in quelle di due anni fa. Lo abbiamo ospitato più volte, in ben due occasioni nel 2016: a febbraio per presentare in anteprima il disco (qui il podcast), ad ottobre nei Radioracconti fantascientifici (qui il podcast).

Sostenuto anche questa volta da una campagna di fundraising di enorme successo, il 4 maggio ha pubblicato il suo nuovo lavoro, intitolato Infanti, che vi abbiamo presentato anch'esso in anteprima (qui il podcast) e che descrive così: "è un disco denso, pieno di domande, visioni, riflessioni, provocazioni e orbiterà intorno ai bambini, al corpo dei bambini sempre più usati per le guerre mediatiche, nelle trincee del social, nella propaganda. In questi anni siamo stati bombardati da immagini oscene, dall'artificio, dal sacrilegio, dalla pornografia dei corpi martoriati dalle bombe fisiche e mentali. Non aspettatevi un disco consolatorio, rassicurante, pacificato. Lo sapete che pesco spesso nelle acque profonde, nel torbido."
Torniamo a parlarne quest'oggi per presentarvi il nuovo video, Figlia di guerra, pubblicato nei giorni scorsi ed ideato, diretto e montato da Federico Baracchi: enjoy!!



Wednesday, May 23, 2018

Paolo Saporiti, nuovo singolo e video: Amica mia

Questo pomeriggio torniamo a parlare di un artista che abbiamo ospitato due mesi fa per presentare il suo nuovo disco, già molte volte nelle nostre scalette per i suoi precedenti album ed anche per i due lavori dei Todo Modo, che ha creato con Giorgio Prette e Xabier Iriondo.

Chitarrista, cantante e compositore, Paolo Saporiti propone "un cantautorato in cui domina l’attenzione per i dettagli e la profondità dei testi. La sua voce calda, graffiante ed evocativa si interseca perfettamente con gli arpeggi costruiti dalla chitarra baritona acustica."
A tre anni dal suo ultimo album, il 23 marzo Goodfellas ha pubblicato Acini, il suo ottavo disco solista, che presenta così: "È un lavoro pieno di amore, declinato nelle sue varie forme. Stati universali che mai come in questo momento ritengo giusto e sensato scandagliare, come autore di canzoni quarantenne che vive in Italia, Paese in costante e irrefrenabile declino. Che cosa rimane oggi davanti ai nostri occhi, se non i nostri sentimenti più profondi, con cui fare i conti nel bene e nel male?"

Uno splendido album, intenso ed affascinante, che mette da parte le sperimentazioni degli ultimi lavori per focalizzarsi sulla forma canzone, con talento ed eleganza.
Quest'oggi vi presentiamo il nuovo video, pubblicato la scorsa settimana per il brano che vi abbiamo fatto ascoltare prima dell'intervista (qui il podcast), Amica mia, per la regia di Annapaola Martin: enjoy!!



Bud Spencer Blues Explosion, nuovo video: Io e il demonio (feat. Davide Toffolo)

Questa mattina torniamo a parlare di una band che abbiamo ospitato nuovamente ad inizio aprile (qui il podcast), per presentare il suo nuovo album.

Si tratta del grande ritorno, a quattro anni dall'ultimo disco, di un duo che amiamo molto e seguiamo fin dai suoi inizi, Bud Spencer Blues ExplosionI due musicisti romani sono stati comunque molto attivi nel frattempo: Adriano Viterbini (chitarra e voce) ha pubbicato il suo secondo ottimo album da solista (presentato con intervista, qui il podcast) ed ha collaborato fra gli altri con Fabi Silvestri Gazzé e Nic Cester, mentre Cesare Petulicchio ha prestato la sua batteria in primo luogo a Motta e Kento.

Il loro quarto disco si intitola Vivi muori blues ripeti, è stato registrato completamente in analogico, ed è uscito il 23 marzo per La Tempesta Dischi. Un altro ottimo lavoro, con la collaborazione di Davide Toffolo (Tre Allegri Ragazzi Morti) ed Umberto Maria Giardini (ex-Moltheni) per i testi, che conferma il grande impatto della band, ampliando ulteriormente i loro orizzonti musicali.
Torniamo a parlarne per presentarvi il nuovo singolo Io e il demonio, con la partecipazione proprio di Davide Toffolo, ed il bel video che lo accompagna, per la regia di Paulonia Zumo: enjoy!!



Tuesday, May 22, 2018

Ghemon, nuovo singolo e video: Quassù

Questo pomeriggio vogliamo parlare di rap, e più in particolare di un artista che è già stato nostro ospite, nel giugno 2014.

Si fa chiamare Ghemon, ed all’epoca ci aveva presentato ORCHIdee, un album “interamente suonato che ha cambiato il modo di intendere il rap e la musica black in Italia, con una ricchezza musicale e lessicale caratterizzata da una forte parte melodica che ha portato l'artista di Avellino sempre più verso il cantato.”
A fine settembre è uscito il suo nuovo disco, Mezzanotte, risultato di un lungo lavoro in studio con la sua band che lo ha portato ad occuparsi, oltre che della stesura dei testi e delle melodie, anche della composizione delle musiche, con l’obiettivo di proseguire il percorso di definizione di uno stile molto personale. Un album “coraggioso, carnale, fisico, la musica come terapia per riemergere da momenti difficili, un bilancio sincero nonostante i successi e gli eccessi, un'autoanalisi dell'uomo Gianluca prima che dell'artista Ghemon. Non uno sfogo, ma le considerazione di un giovane adulto che continua a lavorare su se stesso, rivelando un lato più sporco, diretto, senza filtri nel raccontare il suo mondo interiore dove le cose che prima erano sussurrate con eleganza ora sono urlate con forza.”

Il disco è stato registrato e prodotto da Tommaso Colliva, come il precedente, e può essere ascoltato o acquistato a questo link. Quest’oggi vi vogliamo proporre il video del nuovo singolo, Quassù, per la regia di Riccardo Petrillo e Giulio Scarano: enjoy!!